Olografia

THE REAL ILLUSION - OLOGRAPHICS VISIONS

Premessa:

Il binomio “Arte e Scienza” ha attraversato i secoli e resistito a diversi tentativi di dissociazione, grazie ad una sinergia intrinseca che sottende motivazioni filosofiche ancor prima che pragmatiche. Arte e scienza, infatti, sono due espressioni del sapere che attraverso strumenti diversi e canali non necessariamente uniformi veicolano informazioni cognitive volte al miglioramento della conoscenza e con essa delle condizioni di vita. Arte e scienza sono teatro di cambiamenti cognitivi e sociali e acquistano maggiore forza se si integrano tra loro, per un giusto equilibrio tra estetica e dottrina, tra bello e vero, tra visivo e cognitivo. Un esempio emblematico di tale integrazione è costituito dall’olografia: la fondazione Arte&Co.Scienza si occupa da anni di tutte le tipologie di apparecchiature olografiche, compreso gli speciali sistemi di visione ottenuti con i più moderni monitor LCD, filmati HD e realizzazioni in C.G. con programmi 3D. Un particolare ringraziamento và all'ing. Vincenzo Fiasconaro dell'ENEA, Unità Tecnico-Scientifica Tecnologie Fisiche Avanzate di  Frascati, per la preziosa collaborazione fornita.  Gli attuali settori di intervento della fondazione sono:

ICT (Information and Communication Tecnology)

Posto che osservare un oggetto o un evento non significa necessariamente trovarselo di fronte in forma fisica né guardarlo solo con gli occhi, si può affermare che l'olografia – rappresentazione fotografica del tutto – ha permessoalla fondazione Arte&Co.Scienza di dare vita ad una nuova concezione noetica del comunicare e superando i limiti dello spazio e del tempo rende l'osservazione di un oggetto o di un evento un'esperienza emozionale che si fa conoscitiva. Le emozioni prendono forma e acquistano una nuova dimensione, libere dai condizionamenti del divenire. L’olografia da visione si fa concetto e rivoluziona le regole della percezione, della comunicazione e della fruizione in uno spiazzante gioco percettivo: essa è, nell’era della comunicazione globale, la nuova frontiera del comunicare. Non più solo caratteri, suoni o piatte immagini, ma forme tridimensionali che si materializzano in rivoluzionari schermi 3D e possono viaggiare on-line in ogni parte del mondo. Grazie alle nuove tecnologie la comunicazione da piatta si fa dinamica e in essa si fondono reale e virtuale. Comunicare olograficamente significa diffondere un nuovo modo di pensare, dove il confine tra reale e virtuale è segnato dalla conoscenza e non dalla visione

Arte

Realizzare un’opera d’arte olografica significa conferire alle forme artistiche una nuova dimensione, dove i contenuti si rendono più facilmente accessibili alla collettività e valicano le barriere culturali, in quanto immediatamente percepiti da tutti e a tutti comprensibili.

Marketing

Né il campo artistico è il solo in cui l’olografia trovi spazio e applicazione: in numerosi settori la tecnologia olografica costituisce una grande opportunità di innovazione, primo fra tutti il marketing dove ora è possibile fare qualcosa di veramente nuovo e coinvolgente. I sistemi olografici che  la fondazione Arte&Co.Scienza produce sono molteplici, si va dai teatri ottici, dove si possono proiettare persone vere/filmate a grandezza naturale, e/o una realizzazione fantastica in animazione computer graphics, all'avatar pensante delle installazioni interattive, dalla grande “Piramitheca” dove proiettare ad es. cellulari, borse, scarpe, alla colonna olografica per ologrammi da pochi cm. (es. orologi/gioielli); il tutto sempre sfruttando le migliori tecnologie ottiche e informatiche, la cui evoluzione è ormai inarrestabile.

Top