.

  .

 

Fontana Tecnoetica

Around A Dream

La Fontana Tecnoetica è un’opera dove si coniugano arte e scienza ed è, allo stesso tempo, tecnoetica. Il progetto vuole emozionare lo spettatore, suscitando in lui suggestioni e riflessioni, oltre ad un piacere estetico correlato all’osservazione di un manufatto che, con una raffinata rappresentazione artistica, pone l’uomo come suo baricentro.

 

 

     La fontana è una stella ottagonale, simbolo dell’universo e dell’infinito, al cui interno è inscritta una vasca quadrata, riferimento ai quattro elementi, da cui fuoriesce l’acqua a sfioro, libera di fare il suo corso. Dai quattro vertici della vasca partono, andando verso l’interno, quattro “strade” lungo i punti cardinali (meglio se riportati realmente con l’orientamento della vasca sul terreno), che rappresentano da sempre la guida dell’uomo nel mondo esterno. Da questi quattro vertici parte anche l’illuminazione principale della fontana e le strade creano, così, un percorso luminoso che va verso il centro della vasca. Le strade costituiscono, in pratica, le diagonali della vasca e nei triangoli risultanti sono inseriti quattro elementi che rimandano ai solidi principali della geometria euclidea, un richiamo allo spazio inteso in senso logico, matematico e architettonico e anche ai geni della terra di Arezzo quali Giorgio Vasari e Piero della Francesca.

 

     Le strade convergono al centro della vasca, dove dalle acque emerge il mondo. L’emisfero ospita le terre emerse, abitate dall’uomo. Le varie parti dei continenti (che non riproducono fedelmente nazioni specifiche) non collimano, ma sono separate da linee di frattura che simboleggiano le divisioni ancora esistenti nel mondo e in seno all’umanità.

 

 

 

 

Al centro della fontana, in piedi alla sommità del mondo, ecco un uomo davvero speciale, con il suo infinito abbraccio universale esprime speranza, gioia, amore per l’umanità intera. L’uomo, una statua in bronzo di dimensioni maggiori rispetto a quelle del mondo, è il segno della capacità umana di gestire e “dominare” il mondo stesso. La testa e le mani della statua hanno una finitura particolare, più lucida delle altri parti del corpo per ricordare l’importanza, per bene operare, di essere “illuminati” da buoni e sani principi, siano essi religiosi, umani, politici, sociali, scientifici o istituzionali e agire guidati da essi. Di giorno con la luce del sole e di notte con i getti d’acqua luminosi questi particolari risalteranno maggiormente.

 

     Dal punto di vista tecnico-artistico quest’opera è il risultato di un’accurata ricerca di nuovi materiali e tecniche costruttive e dell’esplorazione di nuove frontiere per trovare soluzioni innovative di spazi e volumi, coniugando estetica, arte e funzionalità. Arte, tecnologia e passione si sono fuse con travertino, acciaio e bronzo, permettendo di ottenere un’opera particolare e innovativa nata per durare nel tempo perché realizzata con materiali “senza tempo”. Il travertino naturale entra in questo dinamismo in modo preponderante offrendo nuove soluzioni nell’interpretazione di materiali millenari. Il ciclo dei getti d’acqua e delle luci della fontana è parte integrante dell’opera e del suo significato. Arte, scienza, tecnologia e passione si sono fuse con l’ingegno umano per esplorare nuovi confini progettuali, per trovare nuove soluzioni di spazi, volumi e dinamiche funzionali: dentro la fontana tecnoetico batte un cuore informatico e digitale.

    Il funzionamento automatico interattivo può essere impostato in diverse varianti e lo si può regolare anche in base al pubblico che passa intorno alla fontana stessa, installando nelle strade afferenti alla rotonda un sistema elettronico di rilevazione di presenze delle auto che si avvicinano, così da attivare la partenza del ciclo in modo proporzionale al traffico, in segno di festa per gli astanti. Il ciclo di luce ed acqua così programmato trasforma un’opera statica in una scultura dinamica, vivente, interattiva. Dal punto di vista pratico, è possibile realizzare numerose coreografie, differenziandole a seconda delle condizioni di luce (giorno e notte), delle stagioni e di eventi particolari (sportivi, culturali, etc.), il tutto tramite appositi programmi informatici.

    Il nostro presidente ha realizzato il progetto artistico originario e, a più riprese, si è occupato di seguirne gli sviluppi assieme all'ITIS Galileo Galilei, il Geometri Fossombroni, il Comune di Arezzo e altri  Enti/Strutture.

 

     

 

 

M. GALLORINI, Fontana Tecnoetica - Around a Dream, 2003-2007

.

  .

Top        

     A breve seguiranno schede di approfondimento riguardanti anche il contributo dei vari Partners