.

  .

 

Digital Nature

 

Se fino a ieri sognare un mondo a forma di noi era solo utopia oggi, grazie alla nuova frontiera del digitale, dare forma e colore alle contingenze seguendo gusti, passioni e sensazioni personali è possibile e permette all'opera finale di superare la fantasia.

Rivoluzionare quello che ci circonda solo con un clic e digitando su una tastiera, per poi contemplare il risultato finale sullo schermo. Catturare la realtà con una foto digitale, rielaborare l’immagine e godersi lo spettacolo, una realtà mutata e snaturata in senso artistico, realizzando combinazioni e alchimie sconosciute alla natura. Una realtà che si annulla e si supera nella sublimazione di se stessa, una natura in potenza che diventa atto grazie alla creatività e all’estro dell’umano desiderio di trasformazione.

Tutto questo è Natura digitalmente e non geneticamente modificata!

Ecco che durante il Laboratorio di Trattamento Immagini ci siamo concessi alcuni momenti di svago creativo. Ecco il perchè dei fiori digitali, ecco il motore dell’operazione: il superamento in senso positivo di ciò che appare ai nostri occhi, sfruttando l’enorme potere dell’uomo e lo straordinario potenziale che la natura offre. La tecnologia digitale supera qualunque innesto, incrocio floreale o modificazione genetica e produce risultati strabilianti, senza possibili risultati devastanti, offrendo alla vista un panorama che abbraccia l’intera gamma cromatica in infinite combinazioni, con la fantasia come sola guida e la passione come orizzonte, specchio di un’anima in cerca del bello, di un qualcosa di così perfetto da riappacificare perfino con la mera contingenza, che resta presente agli occhi e visibile allo spettatore. No ai conigli geneticamente modificati per il solo fine di metterli in mostra come opere d'arte!?

 

Clicca sulle immagini incorniciate per ingrandirle

     

M. GALLORINI, Laboratorio Trattamento Immagini, Digital Nature, 2005-2008, Serigrafia digitale ad olio, vari formati.

.

  .

       

Opere in mostra

.

Top

by fotocamere