.

  .

 

Creaturae

 

 

L'opera trae spunto dalla creazione del mondo e dell'uomo e dal racconto che se ne fa nella Genesi. 

Dio Creatore, Padre e Madre allo stesso tempo, genera dal Ventre cosmico la Creatura. Dall’argilla informe emergono le gambe e la mano, pronta per il primo contatto con il mondo esterno; del volto si intravedono solo la bocca e le narici pronte a ricevere il soffio vitale dello Spirito incorruttibile.

La Creatura svincolata da ogni supporto è ora sospesa fra cielo e terra, libera fra  bene e male, libera di compiere le sue scelte. 

 

      La scultura è "levitante" grazie a sofisticate tecnologie e al contributo scientifico dell'ENEA Dip. Superconduttività ed esprime la mirabile sintesi fra antico e moderno, fra tradizioni culturali e innovazione tecnologiche... il prodigio TECNOETICO…

 

 

.

  .

Top